Kryon canalizzato da Lee CarrollLemurianSisterhoodlogo

KRYON ALLA SORELLANZA LEMURIANA

VANCOUVER, VICTORIA 19 MARZO 2017

Traduzione ed editing Deva Mati

Revisione Michela Tonello

qui il video  

 

Vi saluto, care signore, Io Sono Kryon del Servizio Magnetico. Per chi non lo ha già sentito prima, voglio che comprendiate che il mio partner si allontana; deve [farlo] per onorare ciò che si trova qui: un incontro tra donne. Vi abbiamo già detto in precedenza: ignorate la voce maschile, se ci riuscite. Lui non è presente in ciò che c'è qui, in ciò che viene detto: lo udrà in seguito. Questo è per voi. Forse è molto difficile per voi ricevere un messaggio per donne dalla voce che state percependo. Voglio che rimuoviate tutto questo; voglio che udiate l'amore puro da cui [il messaggio] viene dato. Vi ho dato molte canalizzazioni riguardo a Lemuria, forse tante quante siano mai state date sul Pianeta, riguardo al funzionamento di una società agli esordi. E il solo motivo per cui vengono trasmesse così come sono è per riportarvi lì, nelle memorie. Vi ho detto come funzionavano le cose, vi ho dato un'idea di ciò che facevate, persino i dettagli del parto, delle riunioni degli Anziani, delle celebrazioni, dei compleanni e stasera non voglio fare niente di tutto ciò. 

Lasciate che questa sia una vacanza dalla storia e voglio piuttosto che oggi vi concentriate sul messaggio d'Amore da parte mia. Se oggi poteste celebrare il genere femminile che si trova qui; se potessi agitare una sorta bacchetta magica della consapevolezza nella sala, su ciascuna singola donna nella sala, sarebbe una [bacchetta] che risveglierebbe il vostro DNA. Risveglierebbe il vostro DNA rispetto a chi voi siete e al progetto di chi voi siete. Voglio parlarvi del progetto dei generi [sessuali], che proviene dalla Sorgente Creatrice. Il progetto dei generi non serve alla procreazione: quello è un effetto collaterale. Il progetto dei generi serve specificamente alla comunicazione con lo Spirito

Mie care, gli uomini erano progettati per affrontare la tigre del Bengala per proteggere voi e i vostri figli, per portare a casa il cibo. Il corpo più grande, quello più forte, quello vigile che si sarebbe svegliato nel cuore della notte udendo dei rumori, per poter proteggere voi e i vostri figli. Questo era il progetto. 

Il progetto della donna, così specifico, era la creazione della vita, insieme alla saggezza e alla conoscenza sul come prendersene cura. E poi l'avere l'intuito, la delicatezza, la bellezza, che l'uomo non aveva o non riconosceva, per poter svolgere quel lavoro del guidare gli altri allo Spirito. Questa è la strada che vi era stata data, questo è il progetto, questa è la bellezza del femminile e lo è sempre stato. Il progetto originario vi mette nella posizione di comunicare con lo Spirito per prime, tra i due generi. Per prime! E gli uomini, che vi proteggono dalla tigre del Bengala e portano casa  il cibo, fanno affidamento su questo! E non sono in competizione, perché questo è il progetto. E oggi il progetto è tanto accurato quanto allora. Quante di voi sono consapevoli del progetto e pensano a sé stesse, proprio adesso nella società moderna, come dotate di esso? Potreste non pensare di averlo, nei luoghi in cui siete, nelle famiglie in cui vi trovate, al lavoro; potreste non farne esperienza in quel modo, ma vi dico che questo è il progetto. E non è cambiato. Questa piccola breve canalizzazione dice "Care signore, care donne di questo Pianeta, mentre attraversate tutto questo, non si tratta di chi eravate, ma del presente". Riuscite ad afferrare la logica del progetto? E in questo portate saggezza e maturità. Non portate un carico di energia o di emozione che vuole combattere il mondo rispetto a ciò che vedete; piuttosto, la maestria del progetto inizia a emergere da voi. Sentite la saggezza, sapete che cosa dire e quelli intorno a voi sentono l'energia materna, anche se non siete una madre. La sentono perché questo è il progetto. 

Voglio dirvi una cosa: se questo è il progetto, allora perché non fate un altro passo e lo reclamate? Ma al di là di questo, perché non usate la metafora del tempio? Voglio che creiate il vostro tempio, basato sul progetto che è ancora lì. È così perfetto. E il fatto che siate sedute nel cerchio e che possiate domandarvi "Perché sono qui? Che cosa faranno?", tutto ciò che viene fatto, da questo momento in poi, quest'oggi, è per celebrare il progetto. E quando iniziate a farlo, ciò che accade sono la saggezza e la maturità dello scopo. Diventate più grandi del progetto, lo dirigete nel 2017, estraendolo dal vostro Akash, dall'antico passato; ma non dovete farlo troppo, perché è incorporato, è ancora lì. Qual è il vostro atteggiamento rispetto a tutto questo? Sarete diverse quando lascerete la sala? Reclamerete qualcosa con cui non pensavate di essere arrivate al livello con cui siete arrivate? Verrà potenziato? Questo è lo scopo dell'incontro: è il rafforzamento e l'evoluzione del progetto della Sciamanità. Voi siete in contatto con il Creatore per prime, tra i due generi. È stato perduto? Certamente. Ritornerà? Beh, questo dipende da chi reclamerà il progetto e quelle siete voi. 

Care signore, vincerete sul mondo non con la forza, ma con l'amore, con il vostro tempio, con la saggezza e verrà notato. Verrà notato. E questa è la promessa. La maestria è molto attraente, molto attraente ed è ciò che siete. Voglio che reclamiate il tempio, questa sera, e che proseguiate come le Sciamane che siete e che pensiate al progetto. Non è cambiato. È ancora chi voi siete. 

È abbastanza per questa sera.

E così è.